Il presente sito web utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Proseguendo nella navigazione acconsentirai all'informativa sull'uso dei cookies.

Antifurto casa

Opinioni su marche e modelli

La Centralina del sistema di allarme


centralinaA capo del sistema di allarme, la centralina ha il ruolo di gestione dell’impianto, controllando la situazione al fine di attivare o disattivare l’allarme. Tutti i componenti accessori sono sotto il suo controllo, collegati alla centralina tramite cavo o sistema wireless.

Per comunicare con i vari componenti, le migliori centraline wireless utilizzano una doppia frequenza di trasmissione su due bande radio: la 434 e la 868 Mhz. Nel caso una delle due frequenze venga sabotata o intercettata l’altra frequenza garantirebbe comunque la comunicazione.

L’importanza della centralina come “cervello pensante” del sistema, si riflette anche nel costo, che rappresenta almeno il 30% del costo totale di  un impianto. La media dei prezzi delle centraline varia da un minimo di 200 euro circa, per raggiungere e superare i 500 euro nel caso di modelli altamente performanti.

All’interno la centralina spesso ha installato anche il combinatore telefonico GSM integrato con l’apposito alloggio della scheda SIM per inviare messaggi di allarme ai numeri pre-selezionati dall’utente. In alcuni modelli il combinatore o commutatore può essere collegato in seguito.

Parzializzare le zone di allarme

Tra le funzioni che permette la centralina, c’è quella della parzializzazione delle diverse aree da controllare, indicate dall’utente secondo le necessità e le abitudini.

Ovvero, rispetto ai diversi ambienti, è importante attivare e disattivare sensori a seconda dei momenti, come quelli interni alla casa durante le diverse fasi del giorno e della notte. Ad esempio, i sensori della camera da letto devono essere disattivati durante la notte (la nostra presenza li farebbe scattare ad ogni movimento), mentre è fondamentale attivare quelli del giardino e del terrazzo, scoperti durante le ore notturne.

Le centraline sono in grado di gestire le zone, a seconda del programma utilizzato.

Inoltre, alcuni modelli possono inviare beep sonori a seconda dello stadio di intrusione, passando dal segnale debole all’aumento progressivo se viene confermata l’effrazione.

Altre centraline possiedono un comando per personalizzare il livello acustico della sirena.

Comandi della centralina

Sulla centralina si trova la tastiera stessa, tramite la quale è possibile interagire per attivare e disattivare le varie funzioni, inserendo un password personale per attivare o disattivare l’allarme; stessa funzione tramite chiavi elettroniche e telecomando.
Diversi modelli di centraline di ultima generazione possiedono anche il controllo biometrico tramite impronte digitali o carta RFID.

Controllo da remoto

La centralina può essere controllata da remoto, ovvero tramite la rete internet: ad oggi molti modelli di centraline dei sistemi di allarme interagiscono via web per prendere comandi dall’utente. Diverse applicazioni per smartphone o tablet, così come dei software per pc, sono stati progettati appositamente per gestire a distanza i componenti dei sistemi di allarme, dalla centralina alle telecamere di videosorveglianza, per l’invio in tempo reale di immagini e video.

La Centralina del sistema di allarme
4.8 (96.25%) 16 votes

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *