Il presente sito web utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Proseguendo nella navigazione acconsentirai all'informativa sull'uso dei cookies.

Antifurto casa

Opinioni su marche e modelli

Contatti magnetici: da posizionare su finestre e porte


Contatto magneticoVengono applicati nei due battenti di porte o finestre, così che quando vengono allontanati a causa dell’apertura della finestra o della porta, interrompono il campo magnetico creato. Il loro compito, una volta rilevata l’apertura, sarà quello di inviare il segnale alla centralina, via cavo o via wireless, in modo che possa scattare l’allarme di intrusione.

A livello estetico sono spesso minimi e non invasivi, mimetizzandosi bene una volta verniciati dello stesso colore degli infissi.

Efficaci e importanti nel sistema di allarme per rilevare le intrusioni, i contatti magnetici per antifurto sono anche economici. Nella componentistica dei sistemi di allarme per al casa o l’ufficio, i contatti costano poco, ne servono solamente un paio, di polo opposto.

Come funzionano i contatti magnetici

Il materiale in grado di assicurare il corretto funzionamento è dato dal materiale ferromagnetico che compone la lamella interna del contatto stesso, situato su porte o finestre. Inserito in un bulbo di vetro, questo materiale garantisce l’attrazione di una lamella con l’altra, di polo magnetico opposto, che si trova nel contatto situato nell’altro battente di porte o finestre.

L’attrazione tra le due lamelle è tale da creare un campo magnetico che, al momento dell’apertura di porte e finestre, viene interrotto in un cortocircuito. Sarà questo a determinare l’allarme.

La tecnologia che sta alla base dei contatti magnetici è di tipo REED, mentre per la loro alimentazione è necessario utilizzare delle pile che durano almeno un paio d’anni e si collegano alla centralina tramite cavo oppure in modalità wireless.

Nella scelta dei contatti magnetici  negli antifurti filari, è possibile scegliere se installare i contatti magnetici in serie o in maniera parallela.

Il funzionamento è relativamente semplice, così come la circuiteria che li compone: tra le tante tipologie di contatti magnetici, molti variano per materiali dalla plastica all’alluminio e per i prezzi: da 10 fino ad arrivare ai 90 euro.

A livello estetico i contatti magnetici possono avere diverse forme, da quelle rettangolari alle cilindriche o con una filettatura particolare per l’innesto delle viti.

Contatti magnetici: da posizionare su finestre e porte
4.2 (84.44%) 9 votes

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *